l'errore e la sua forza

"Io credo nella forza dell'errore."

E' una frase bellissima.
Probabilmente oggi mi sembra la più bella frase che potessi sentire, probabilmente perché avevo bisogno che qualcuno me lo dicesse, probabilmente non sarebbe tanto dolce se avessi fatto le cose come andavano fatte...

Gli errori si pagano.
Sempre.
Tutti.

Ed io ho tanti difetti, ma so prendermi la responsabilità dei miei errori.
A volte mi sobbarco le responsabilità anche delle cose che non sono errori proprio miei, ma questa è un'altra storia.

La cosa che più mi piace nella vita è quel suo umorismo particolare
tra il macabro e la più sonora delle tirate per il culo, 
quello che ti vuole supplice per un tempo indefinito, per una cosa che quando ti arriva, 
non la puoi accogliere, ci devi rinunciare, addirittura devi starci alla larga.

Attento a desiderare ardentemente qualcosa,
perché potresti ottenerla.

Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni,
forse è per questo che siamo così fragili, 
dediti all'incubo che creiamo noi stessi,
sebbene lo scansiamo sistematicamente.

Il destino è per i perdenti.
Solo una stupida scusa per stare ad aspettare qualcosa,
che dovresti andarti a prendere.

Sua maestà la regina Blair Waldorf aveva il suo bel da fare ad essere lei fino in fondo,
chissà se si riesce ad essere quel tipo di cattivo, 
quel genere di essere umano che sogno da sempre di essere, 
e che da tutta la vita mi esercito ad interpretare.

Vorrei.
Lo vorrei insieme a quel mucchio di altre cose che ottengo col tempismo peggiore,
nel momento sbagliato,
al prezzo più alto,
nell'angolo più inarrivabile, 
senza la benché minima possibilità di riuscita.

O che passo il tempo a voler ottenere, 
ma che come il treno più veloce, è passato,
ed io sono stata sulla banchina ad aspettarlo e poi l'ho perso.

La felicità:
distratta;
accidentale;
estranea.

L'amarezza dell'errore come corazza per avere più coraggio; 
l'asprezza dello sbaglio, come incentivo a non sprecare tempo in più;
il decalogo delle imperfezioni gigantesche di cui è fatta la mia quotidianità, per arrivare all'aurora del giorno giusto, magari migliore, non oggi, ma un giorno si.

Commenti

  1. Ciao! Blair Waldorf era un personaggio davvero eccezionale per un semplice telefilm americano: sapeva essere potente, otteneva quel che diceva di desiderare, ma lo faceva al prezzo di una tremenda autodistruzione e di un soffocamento dei suoi desideri ed impulsi (perfino i più semplici, come il cibo). Credo che noi donne "fuori dallo schermo" dovremmo cercare di non essere come lei, ma di premiarci ogni giorno un pochino, anche solo per aver superato una piccola difficoltà.
    Quanto agli errori, credo che, con il senno di poi, forse i "giorni più giusti" sono stati quelli in cui li ho capiti ed ho iniziato a porvi rimedio. Non sono giorni che ti rendono felice al momento...ma a posteriori sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse quei posteriori sono davvero troppo lontani SILVIA, ed incomincio a sentirmi come se non dovessero arrivare mai... arriveranno, ci devo credere per non rimanere sotto al mare mosso dei miei stessi malanni

      Elimina
  2. anche io mi assumo le mie responsabilità. a volte mi dicono, in tanti ambiti (lavorativi, personali.....), di essere fin troppo autocritico. ma io sono un tipo che tende a non dare o ricercare la colpa degli altri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sembrerebbe di togliere veridicità alle azioni FRANCESCO, se mi piegassi a quel moto perpetuo negativissimo che è la colpa attribuita agli altri...

      Elimina
  3. Devi solo volerti più bene. Quelle cose che succedono a te riguardano quasi tutti, solo che non ci pensano e non si auto schiaffeggiano.
    Se non sei tu a stimarti il tuo approccio agli altri sarà sempre carente.
    Ciao.

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

è stato un buon natale

a mai più rivederci (sensazioni ed emozioni del) 2017

perché io ho la fortuna di avere me