Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2017

a mai più rivederci (sensazioni ed emozioni del) 2017

Immagine
...il blog mi è sempre servito per sfogare le frustrazioni, e mettere a posto le vie che mi percorrono da dentro, senza portarmi da nessuna parte ed insieme ovunque; qualche mese fa ho smesso di farlo, non mi sentivo più al sicuro, da me stessa e dal resto del mondo... più quello conosciuto che morbosamente mi legge per giudicarmi, che da quello molto più limpido degli sconosciuti che sono diventati amichevoli, pur non sapendo che faccia io abbia.
Riprendo in mano "la penna" del web, in questo ultimo giorno dell'anno, e lo faccio scrivendo un post personale, molto personale, di quelli che non contengono ne auguri ne buoni propositi ne oroscopi, e che a nessuno farebbe piacere scrivere, perché farlo è più che un'ammissione di colpa, è un fallimento che scorre nelle vene, e che rende il nero più scuro, e la luce ombra.
Brivido è andato via. Il mio matrimonio è finito.
L'ho celato per qualche tempo, un tempo più lungo rispetto a quello intercorso dal giorno dell…

che ci posso fare se a me piace il Natale?

Immagine
...mi sono resa conto di aver scritto poco del Natale, che è la mia festa preferita...

E' un periodo nel quale solitamente mi sento elettrizzata felicissima, entusiasta anche nel solo svegliarmi la mattina, perché avere la casa decorata mi fa stare bene, sapere che Sky ha un canale dedicato è cosa buona e giusta, trovarmi in centro e sentirmi sommersa di cose belle mi da emozioni tangibili.

...però quest'anno è un anno particolare.
Un anno nel quale il Natale è stato un po' assorbito da altre cose...
E va beh.
E' andata così, e così la chiudiamo.
Oggi è arrivato, e va bene così.

Questo è un post smaccatamente soggettivo, di quelli che meritano l'appellativo di patalicioso, perché è proprio lo stile mio-mio... ed oggi mi va di scriverlo, perché oggi sento il Natale, e siccome sono dannatamente in ritardo, il Natale durerà appena ancora qualche ora, devo mettere il turbo!

...ed anche se potrebbe essere così smaccatamente soggettivo, da interessare come la vita dei c…

la felicità di non avere tette...

Immagine
Diciamocelo: noi donne non siamo mai veramente felici del nostro aspetto.
E non penso sia una cosa solo mia, o delle mie amiche, ma credo riguardi anche Emma Watson, Chiara Ferragni e Beyoncé...ed in ugual modo Rosy Bindi, la Merkel, o Helena Bonam Carter.
Tutte, ma proprio tutte tutte troviamo qualcosa per cui lamentar miseria: le cosce grosse, il naso importante, le sopracciglia folte, le ginocchia a punta...

Io, ad esempio, sono diversamente alta.
Diciamo pure che sono bassa.
Diciamo pure che accanto a Tyron Lannister, non svetterei poi così tanto.
Diciamo pure che a me la pioggia arriva prima, quando schizza dall'asfalto, che quando cade dal cielo.
Però ci rido, perché per me non è mai stato stò po-po di problemone; anzi, il fatto di essere Polly Pocket mood, mi ha sempre resa più forte perché mi sentivo in dovere di difendermi, perché ho sempre potuto mettere tutti i tacchi che voglio, perché gli uomini sentono di dovermi proteggere, perché posso camminare tranquilla nei boschi, sen…

10 cose da NON regalare a Natale

Immagine
Mi fanno sbellicare gli uomini ai quali viene chiesto: "Cosa le regali?", e la risposta, con tanto di occhio vitro, che sbarbella in su e in giù per il mondo conosciuto, è: "Ma guarda, non lo so proprio, hai presente cosa significa regalare qualcosa ad una che ha tutto?!"

...e ce l'ho presente si, visto e considerato che quell'IO potrei essere io!
Una che ha tutto....
Una che, tra scarpe e vestiti potrebbe aprire una boutique; e che ha più libri di Belle de "La Bella e la Bestia!...
Una che ha la mamma che vende creme/profumi/bagnoschiuma/make up...
Una che se le piace una cosa non aspetta l'occasione giusta... la crea!

Eppure, dal 24 novembre, ogni giorno che Dio manda in terra, metto su Instagram la mia idea di regalo da potermi mettere sotto l'albero... perché?
Perché io non tentenno, non tergiverso, non arretro, non tremo... io mi butto nella mischia e gioco d'attacco!
...e vi chiederei esattamente le stesse cose che ho in abbondanza...

Nutella e niente vibrazioni negative

Immagine
...ci sono momenti nella vita durante i quali di certe cose non hai bisogno, ma necessità!

Punto.

Come comprare un inutile paio di calze a rete che metterò nel cassetto, e non so se mai indosserò;
trascorrere il pomeriggio guidando senza meta, con l'autoradio che a palla manda Masini e mi fa cantare come se non ci fosse un domani;
bere un caffè con l'amica del cuore spettegolando come se fosse una questione di stato;
accendere una candela profumata e farsi un bel bagno caldo anche se sono solo le 4 del pomeriggio;
cenare con latte e biscotti, sul divano, in pigiama;
drogarsi di film di Julia Roberts e di vecchi episodi di "Sex & The City";
scegliersi un nuovo look e chiedere alla parrucchiera di fiducia di infierire senza ritegno, sul nostro vecchio aspetto.

Sono quei momenti durante i quali la tristezza è depressione,
la forma fisica è quella di una lumaca bradipeggiante,
 e la voglia di vivere rasenta il Giacomo Leopardi's style.

Ecco, sappiate che io sto …

...ansie da Christmas time...

Immagine
L’albero di Natale l’ho fatto.
E' incredibilmente bello, con delle lucine che si accendono e si spengono, e poi sbarbellano; con delle palle bianche fatte a mano, con delicati cuori oro, ed immagini natalizie vintage.
L'ho fatto una sera, appena tornata dai mercatini di Bolzano e Merano, con ancora gli occhioni sberluccicanti di merry christmas... 
I miei vicini di casa hanno tirato fuori quell’assurdo, bruttissimo e imbarazzante Babbo Natale che si arrampica al balcone, re del trash, secondo forse solo all'idea malsana degli altri miei vicini, che hanno investito in un discutibile proiettore laser da giardino, che rimanda obbrobriose lucette sulla facciata della casa.  Le mie amiche Tommy, che hanno la forneria più meravigliosa del mondo, hanno messo in vetrina casette biscottose e renne glassate, senza contare i panettoni farciti di pistacchio, pera e cioccolato, o tradizionali, che sono una meraviglia. Le foto Facebook rimandano le prime decorazione home made, i negozi proli…

10 cose inutili da sapere, ma che fanno sorridere e quindi bene così

Immagine
Ci sono mattine di inizio dicembre in cui non c’è proprio niente da fare.
Ok, Sky ci regalerà un intero canale di cinema natalizio…
Ok, le città si fanno in quattro per organizzare mercatini ed iniziative, volte a farci spendere anche ciò che non abbiamo…
Ok, hanno importato pure il Black Friday e inventato il Cyber Monday…
Ma ci sono giornate che, come dice mia nonna, vanno dormite.

Punto.

Perché nemmeno la frittella grondante zucchero e calorie, o la tazza di vin brulè, che simula l’alcolismo intrinseco delle feste, possono aiutare a uscire dalla sadness zone, che ci attanaglia, inesorabile, di quando in quando.

Io sono una particolarmente frenetica, che alla tristezza atavica assesta grossi calci nel deretano, a suon di chiasso e iper-attività, eppure anche io, alle volte, sono preda affranta dell'auto-commise
Mi è successo giusto ieri, mentre vagavo con la mente nei meandri delle paturnie, vaneggiando di chissà quali viaggi sul patibolo da compiere, di riflettere sulla forza che ha l&…