Nutella e niente vibrazioni negative

...ci sono momenti nella vita durante i quali di certe cose non hai bisogno, ma necessità!

Punto.

Come comprare un inutile paio di calze a rete che metterò nel cassetto, e non so se mai indosserò;
trascorrere il pomeriggio guidando senza meta, con l'autoradio che a palla manda Masini e mi fa cantare come se non ci fosse un domani;
bere un caffè con l'amica del cuore spettegolando come se fosse una questione di stato;
accendere una candela profumata e farsi un bel bagno caldo anche se sono solo le 4 del pomeriggio;
cenare con latte e biscotti, sul divano, in pigiama;
drogarsi di film di Julia Roberts e di vecchi episodi di "Sex & The City";
scegliersi un nuovo look e chiedere alla parrucchiera di fiducia di infierire senza ritegno, sul nostro vecchio aspetto.

Sono quei momenti durante i quali la tristezza è depressione,
la forma fisica è quella di una lumaca bradipeggiante,
 e la voglia di vivere rasenta il Giacomo Leopardi's style.

Ecco, sappiate che io sto vivendo uno di quei momenti al mille per mille,
in un modo così totale ed assoluto, che non pensavo fosse anche solo pensabile.

Mi piacerebbe buttarmi giù da un ponte,
stare rinchiusa in casa con il buio totale,
smettere di lavarmi denti e capelli,
essere un tutt'uno col cuscino, e
piangere piangere e piangere.

E invece no.
Assolutamente no.
Nella maniera più assoluta no.
Io ho fatto mie tutte le cose scritte prima,
in modo copioso ed entusiasta,
sforzandomi tanto di stare bene, dall'avercela anche fatta alla fin delle finite,
a mio modo, bene o male, ecco...

Ma, oltre a tutte le cose assolutissimamente necessarie delle quali sto cercando di fare incetta, preoccupandomi di aumentare il numero ed il livello delle cose in questione, ma debbo ammettere che la mia rinnovata più fidata compare, in questo momento di nero che non fa intravedere assolutamente nulla di più. è la Nutella.

Quella deliziosa crema spalmabile, che al solo pronunciarne il nome, le papille gustative si ringalluzziscono, e la determinazione per superare i brutti momenti fa ciao come le caprette di Heidi.

E lo so che fa male, che fa ingrassare, che fa venire i brufoli, che fa a botte con i sensi di colpa...ma se io vi trovo le associazioni migliori per viverla al meglio, potete farne incetta anche voi!

...pure senza avere la paranoia da momento peggiore della vita!

1- Lasciatela sempre in cucina, e fate le vasche dal divano all'armadietto e viceversa, avendo sempre cura di richiuderla ad ogni assaggio.
Le calorie che spenderete nel tragitto, vi faranno sentire meno in colpa ogni volta che direte "Ancora uno, poi basta!". Questo escamotage sarebbe oro, se abitaste, chesso', a Versailles magari...

2- Non usate un cucchiaio grande, ma uno piccolo, da caffè.
Essere esosi nella quantità ingerita non fa per niente bene, e se usate il cucchiaione da minestra, vi ingozzate e vi stufate prima di poter accedere alla dose di piacere necessaria!

3- Ribaltate gli schemi della tradizione.
Sebbene l'abbinamento classico con il pane, abbia sempre l'effetto Cuccarini, e sia il più amato dagli italiani, provate a farla scaldare a bagnomaria, e ad abbinarla alla frutta... oppure sfidate le vostre papille gustative ad un rendez vous tra dolce e salato, e mettetene un cucchiaino su un Tuc... gnam!

4- Vi diranno che altre creme alla nocciola sono più buone, e più sane, e sarete tentati.
Ma voi limitatevi a prenderne atto, e poi fregatevene alla stra grandissima!
A morire si va al mare, date retta ad una scema.

Recentemente le nazioni unite, hanno stabilito che Nutella, gelato, shopping e tequila, sono il placebo essenziale ed insostituibile, per la cura dell'anima, rimedi pseudo omeopatici di rilievo per:
- cuori infranti;
- licenzialmenti;
- scioglimento della propria band del cuore;
- presa di coscienza che non si hanno più vent'anni;
- brufolo pre primo appuntamento;
- notte prima di un esame;
- varie ed eventuali (si va dalla scheggiatura dello smalto, al ritiro della patente, arrivando fino allo smarrimento della taglia 42...).

Ergo consumatene arbitrariamente, qualora voi siate in queste condizioni!

Ah, è poi scientificamente provato, che se la mangiate da sole, sedute in poltrona, mentre fuori da freddo, alla fine diuna giornata mefistofelica, potete stare tranquille a proposito di carie/ciccia/brufoli... se nessuno ti vede, non è veramente accaduto niente!

Ciò che accade tra di voi, ed il vostro vasetto di Nutella, rimane tra voi e la Nutella!

Commenti

  1. Cara Patalice, la nutella è quella cosa che tutti amiamo e nella nostra vita l'abbiamo tanto gustata e continuiamo a gustarla.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non potrei assolutamente farne a meno TOMASO, è il sapore che mi rallegra di più al mondo!

      Elimina
  2. Pata vai di calza a rete, mica le terrai davvero nel cassetto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed invece mi tocca di deludervi SARA e FRANCESCO... le ho ma sono nel cassetto vacca gallina a piedi nudi

      Elimina
  3. Invidio la tua spensieratezza.
    Parlo di "spensieratezza". Non di vuoto mentale o di assenza di problemi. Invidio la leggerezza con cui prendi la vita. Che non è superficialità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non me la sarei presa nemmeno se mi avessi dato della superficiale MOONLIGHT a dirla tutta... però che la spensieratezza mi si imputi, mi fa moooooolto moooooolto piacere

      Elimina
  4. Intanto ho riso, il che è un punto che puoi vantare contro i brutti pensieri e i momenti super no.
    E poi... Nutella! Lo dici a me che fino a tre giorni fa avevo una foto del profilo su Fb con un primo piano della mia bocca che azzannava una fetta di pane innutellata.
    Vojo morì: è meraviglioso scoprire che le tue regole da buongustaia sono quelle mie, con uso di cucchiaino e pure di Tuc (il mio è un crackers, ma il concetto è lo stesso).
    Aggiungo che passata la fase del “mioddio, la nutella contiene olio di palma! 😱”, sono tornata al “mioddio, ma come ho fatto a stare lontana da teeee”😍😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io non ho nemmeno avuto una remora una sull'olio di palma MARINA, anzi... ma devo dire che non faccio neppure troppo testo, dato che mentre impazzava la paura da mucca pazza io facevo incetta di carne rossa, e quando l'aviaria terrorizzava il popolo ero culo e camicia con il petto di pollo!

      Elimina
  5. Dico solo questo: in questi giorni di delirio lavorativo e umore deprimente (ma che c'è nell'aria???), ieri ho pranzato con un panino con la nutella e un caffè. Viva la Nutella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Nutella è la risposta, la domanda MIKY poco importa...

      Elimina
  6. io curo la mia sindrome premestruale con grissini e nutella.... la considero una cura omeopatica :)

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. ...è sempre bello leggere i tuoi commenti PAOLA...

      Elimina
  8. Caro Signore / Signora,
    Sono particolare, vengo da questo messaggio per informarvi delle mie offerte di prestito finanziari. Sono certificato prestatore e lavoro in questo campo per molti anni. Ho iniziato nel settore come consulenza quadri finanziari. Questa industria mi permette in qualsiasi momento di aiutare le persone bisognose e la corretta gestione del mio capitale. Ammetto prestiti a chiunque voglia aiuti finanziari. Mail: danielapetrucci07@gmail.com


    Caro Signore / Signora,
    Sono particolare, vengo da questo messaggio per informarvi delle mie offerte di prestito finanziari. Sono certificato prestatore e lavoro in questo campo per molti anni. Ho iniziato nel settore come consulenza quadri finanziari. Questa industria mi permette in qualsiasi momento di aiutare le persone bisognose e la corretta gestione del mio capitale. Ammetto prestiti a chiunque voglia aiuti finanziari. Mail: danielapetrucci07@gmail.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

è stato un buon natale

perché io ho la fortuna di avere me

a mai più rivederci (sensazioni ed emozioni del) 2017