poi viene il sole...

Sto rispettando i miei buoni propositi:
esco di casa lasciandola come se dovessi rientrare con qualcuno;
cucino ed apparecchio con cura per ogni pasto;
pianifico e sto cercando di diventare metodica;
mi prendo cura di me stessa.

Prendermi cura di me stessa vuol dire parrucchiera, estetista, candele accese, tazze di camomilla,
allenamenti intensi, schifezze quando ne sento l'esigenza...

Sto lavorando tantissimo,
in ufficio offrendomi di coprire turni extra per poter rendermi indispensabile...
la vita della precaria non fa per me, ma non la subisco, cerco di reagire!
Genericamente, mi sto prendendo rivincite, qualche soddisfazione, e parecchi rischi;
e sono entusiasta.

L'entusiasmo lo sto dedicando anche ai rapporti,
le parole amico e famiglia,
sono le parole che mi stanno salvando la vita,
ed ho capito che ci sono gli amici,
che sono quelli che ci sono quando è tempo di esserci, e non quando hanno tempo!
La famiglia, no beh quella è la base,
anche quando non ha il tuo sangue,
ma sente la tua voce.

Sto sciogliendo il ghiaccio che ho dentro,
ed i pezzi di me, trattenuti con lo scotch, iniziano a saldarsi.
E' un percorso a metà tra l'entusiasmante e lo spaventoso:
i risultati arrivano e li vedo, però mi mettono davanti alle mie fragilità ed alle mie tensioni interne.

Penso
a nuovi look,
a tatuaggi colorati,
a pranzi consumati fuori,
a weekend passati altrove,
a corsi che mi destabilizzino,
a spese per cambiare l'aspetto della casa...

Sto piangendo meno,
non guido più la notte con l'autoradio a palla ed il cervello che cerca di sfidare l'insonnia,
e questa è una risorsa.
Poi ci sono momenti bui, ma vanno bene anche quelli, a volte mi pare stiano addirittura scemando,
nessuno comunque se ne accorge, anzi un'allegria forzata non la mollo indifferente all'altrui opinione... e quando sono sola, canto, ballo e faccio volare nuove idee che ballonzolano da un neurone all'altro.

Ho bisogno di riposare,
è un dato di fatto,
perché le occhiaia sono profondissime e la magrezza è decisamente ancora un po' troppo magra...
e lo dice una che non è mai stata un colosso...

Nonostante tutto va bene.
Le cose non sono rose e fiori, è ovvio, è scontato, è banale, è inutile dirlo.
Ma andranno bene.
Non lo dico perché è bene dirlo,
lo dico perché ci credo.
E sono convinta che tutto questo finirà per salvarmi.

Perché c'è chi dice che se non è stato,
è perché c'è qualcosa di molto migliore ad attendermi,
ed io ci credo.
Non mi sto convincendo che ci credo,
io ci credo davvero.

Commenti

  1. Sie una forza.
    Sono fiera di te

    RispondiElimina
  2. Negli anni mi sono sempre più convinta che la serenità è dentro di noi, e sta a noi sapere farla emergere e prevalere. Infatti, per la maggior parte la soffochiamo rendendoci infelici. Affrontare le tante difficolta della vita (e chi non ne ha) con serenità e non con rabbia, frustrazione, disperazione rende tutto più semplice e leggero. Pensare a se stessi è la base e rendersi conto di quanto sono importanti le persone che ci circondano aiuta tantissimo.
    Anche io negli ultimi tempi sto cambiano il mio modo di fare, sorridendo a partire da dentro me stessa. E si sta decisamente meglio.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  3. Ti prendi cura di te stessa. Sul serio. Il resto è una conseguenza, ne sono certa. Una conseguenza solare. :)

    RispondiElimina
  4. Questa frase mi piace moltissimo:"Sto sciogliendo il ghiaccio che ho dentro,
    ed i pezzi di me, trattenuti con lo scotch, iniziano a saldarsi."
    Ti stai prendendo cura di te stessa e si vede. E anche io credo che chiusa una porta si apra un portone. Continua così, sei una forza.

    RispondiElimina
  5. Avanti così, brava ;)
    p.s. Belli i calzini e pure le gambe :)

    RispondiElimina
  6. Mi ha colpito quando hai detto "ed ho capito che ci sono gli amici,
    che sono quelli che ci sono quando è tempo di esserci, e non quando hanno tempo!", è una cosa su cui sto riflettendo.
    Spero che questo periodo di ripresa sia sempre più crescente! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Lo sapevo che il tuo non era un fallimento: chi ha fallito, non ha questa capacità di reazione straordinaria. I tuoi pezzi non erano tenuti con lo scotch, ma con l'armatura del Berserk (cit. Mozziana) con la differenza che presto ti libererai di essa e starai benissimo, mentalmente e fisicamente (In bocca al lupo per riprendere al meglio sonno e forma fisica).

    RispondiElimina
  8. Bello sapere che qualcuno rispetta i propositi ! voglio lezioni con tanto di diploma a fine corso...ne ho bisogno. Ho iniziato con un carico di tutto rispetto ed ho finito per svuotare solo la borsa degli abbruttimenti . Ma stando a quanto dici...tra un sole e l'altro ci sta !

    RispondiElimina
  9. Fai bene a crederci, brava, continua così. Una super coccola al tuo bau......mi piace troppo.

    RispondiElimina
  10. Ogni tanto torno a zompettare nei miei luoghi del cuore. Quelli che mi hanno accompagnata durante la tempesta, quelli che mi hanno aiutata a venirne fuori. Il tuo blog è uno di questi, cara Socia mia (non importa quanto siamo cambiate, sarai sempre la Socia per me :)).
    Ho visto la donna che sei. Forte e bellissima.
    Ho letto molto dolore.
    E ora una donna in rinascita.
    Sarà dura ma sarà bellissimo, te lo assicuro <3

    RispondiElimina
  11. Bravissima. Sai che anche io ho notato che la casa è davvero il nostro specchio interiore?? Ora che l'ho sistemata sto decisamente meglio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

è stato un buon natale

a mai più rivederci (sensazioni ed emozioni del) 2017

perché io ho la fortuna di avere me