Post

...rimettermi in pista... per davvero!

Immagine
Sabato ho avuto il primo approccio da parte di un uomo.
Ero a bere un caffè, mangiando un biscotto, con mia sorella, ed uno ha iniziato a broccolare;
ha offerto un pezzo di ciambella a RDog, ci ha chiesto insistentemente dove stessimo andando proponendosi di venire con noi, ed ha anche buttato lì un posticino tranquillo ed intimo, dove andare insieme...
Diciamo che era piuttosto insistente, non ci mollava un attimo e continuava a propinare la sua personcina...
Non è una cosa alla quale sono abituata...

Allora, non è che negli anni di matrimonio nessuno nessuno ci abbia provato con la sottoscritta,
ma siccome la cosa mi interessava pari alla riproduzione della mosca bianca, il tutto finiva lì...
eppure adesso, questa new life, richiede che si riaprano i battenti a queste cose...

Quindi il fatto che il DonGiovanni in questione fosse un vecchio di 70 e passa anni, e che lui broccolasse molto più con lei che con me, è un dettaglio...

Devo proprio ricominciare con la ceretta, e lo smaltim…

soddisfazioni, amore, novità e progressione

Immagine
Stamattina ho cambiato le lampadine del salotto.
E pure quelle del bagno.

Mi sono inerpicata sulla scala,
ho smontato quelle due bizzarre lampadine con i due pirilici che vanno ad incastro,
ho dato una pulitina veloce al tutto,
ed ho incastrato quelle nuove,
sono scesa dalla scala,
ho rimesso corrente,
ho acceso.
E luce fu.

Mi sono venute le lacrime agli occhi,
perché mi ero pregustata il momento,
ma la cosa più bella di tutte è quella che speravi e succede.
Stì cazzi.

Diciamocelo,
essere uomo di casa,
è proprio un onore per una donna femmina come me.

Avrei potuto chiamare Paparotto Gigiotto,
chiedere al mio amico Olly o a RocketMan,
e pure avere un aiuto da qualche altro pene-munito.

...ma volevo strenuamente fare a farcela,
e ci sono riuscita.

Brava Patalice!


La singletudine significa queste emozioni,
oltre che comportare gli oneri del fatto che sei sola
e ti toccano le cose che non hai mai dovuto fare,
e hai pure il culo di vivertela durante
la settimana di San Valentino.

...che è…

voce del verbo STARE

Immagine
Sto rifacendo casa.
Sto leggendo di più.
Sto piangendo meno.
Sto provando cose nuove.
Sto tagliando i rami secchi.
Sto puntando all'eccellenza.
Sto dormendo davvero poco.
Sto evitando chi non c'è stato.
Sto godendo della mia solitudine.
Sto progettando futuro e guadagni.
Sto preferendo le amiche agli amici.
Sto cercando metodo nel quotidiano.
Sto lavorando come non ho mai fatto.
Sto scrivendo con ossessione e voracità.
Sto facendo cose che mi fanno stare bene.
Sto combattendo una vera e propria guerra.
Sto ascoltando tutta la musica che mi serve.
Sto trascorrendo tempo con le persone che amo.
Sto accettando esperienze ed inviti a prescindere.
Sto apprezzando ogni piccola vittoria che ottengo.
Sto vendendo cose che non voglio più avere intorno.
Sto resuscitando il muro dentro, non ho voglia di sentire.
Sto attraendo pensieri positivi, e persone che mi facciano stare bene.
Sto rivalutando la felicità, non come talento, o fortuna, ma come missione.
Sto scegliendo che il coraggio…

partire col piede giusto

Immagine
Questo 2018 è iniziato bene.
E non ho iniziato molti anni pensandola così.
Ero allo sportello con la mia nuova collega Anto,  lei l'ha detto, io ho concordato,  e poi ci ho riflettuto per qualche giorno.
E' stato un gennaio ricco,  di quelli che riassumi col sorriso, con il cuore leggero, con la gratitudine che è sempre un signor sentimento, e con la voglia di pensare che di "piccole cose" hai fatto il pieno, ora vuoi le cose stupefacenti!
Ho incrementato il lavoro sui social, trovando nuovi clienti, facendomi ardimentosa di fronte a persone e situazioni. Guadagno scrivendo. Non potrei chiedere di meglio!
Ho giocato alla YesGirl più spesso, aggiungendo nuove esperienze alla mia vita: una ciaspolata notturna in montagna,  una lezione di prova di latino-americano, un aperitivo con una conoscenza da social della quale mi sono innamorata.
E mi sono nutrita della mia signora linfa,  le persone, che sono anche e sempre il mio sport del cuore. Sono stata con le mie donnine…

Tags sulla descrizione di una vita tramite le letture...

Immagine
Ho trovato l'ennesimo test/lista, quello che vi pare, da un blog sul quale sono approdata casualmente... 

Descriviti con i titoli di libri...

Non mi è stato chiaro se fosse obbligatorio citare libri letti per forza, ma io mi sforzerò a fare in modo che così sia... 

1) Sei maschio o femmina?La ragazza con l'orecchino di perla - Tracey Chevalier

2) DescrivitiPiccole donne crescono _ Louisa May Alcott
3) Cosa provano le persone quando stanno con te? La vita è sogno - Calderon De La Barca
4) Descrivi la tua relazione precedente 50 Sfumature di grigio (e no, l'allusione sessuale proprio non centra...credetemi!) -EL James
5) Descrivi la tua relazione attualeNiente di vero tranne gli occhi - Giorgio Faletti
6) Dove vorresti trovarti? I love shopping a New York - Sophie Kinsella
7) Come ti senti nei riguardi dell’amore?Che tu sia per me il coltello – David Grossman
8) Come descriveresti la tua vita? La neve se ne frega Luciano Ligabue
9) Cosa chiederesti se avessi a disposizione un solo desi…

essere forte unica via

Immagine
Quando una deve risalire,
ma cammina sul ghiaccio,
inciampa e scivola.

Ci sono sbucciature che non fanno male,
ed alcune cadute che ti spaccano le gambe.

Nella testa si fanno e si disfano centinaia di discorsi,
ed il senso compiuto è un po' lasciato a se stesso.

Chi sono stata io.
Chi era lui.
Chi sono ora le persone che ci circondano.

Male a tratti,
miele ad intramezzi.

Si passeggia intorno alle cose,
si finge di non vedere elefanti nella stanza.

Io mi sto reinventando una vita,
lo dico a tutti,
per convincere me stessa.

E' vero,
ovviamente è vero,
ma è più terrorizzante che bello.

E questo non lo dico,
non lo faccio mai,
perché è un'ammissione di una colpa che non voglio ammettere.

Debole.
Mi sento debole,
ma sola no,
e questa è forza,
forza nella debolezza.

Prometto a me stessa che la smetterò di farmi domande,
di farmi sceneggiature nella testa,
di scervellarmi di problemi e di discorsi,
di improntare dialoghi che non avverranno mai.

E la pianterò anche con questi pos…

poi viene il sole...

Immagine
Sto rispettando i miei buoni propositi:
esco di casa lasciandola come se dovessi rientrare con qualcuno;
cucino ed apparecchio con cura per ogni pasto;
pianifico e sto cercando di diventare metodica;
mi prendo cura di me stessa.

Prendermi cura di me stessa vuol dire parrucchiera, estetista, candele accese, tazze di camomilla,
allenamenti intensi, schifezze quando ne sento l'esigenza...

Sto lavorando tantissimo,
in ufficio offrendomi di coprire turni extra per poter rendermi indispensabile...
la vita della precaria non fa per me, ma non la subisco, cerco di reagire!
Genericamente, mi sto prendendo rivincite, qualche soddisfazione, e parecchi rischi;
e sono entusiasta.

L'entusiasmo lo sto dedicando anche ai rapporti,
le parole amico e famiglia,
sono le parole che mi stanno salvando la vita,
ed ho capito che ci sono gli amici,
che sono quelli che ci sono quando è tempo di esserci, e non quando hanno tempo!
La famiglia, no beh quella è la base,
anche quando non ha il tuo sangue,